E’ in cantiere un progetto rivoluzionario tutto made in Sardinia che non può assolutamente sfuggire agli appassionati di nautica e non solo. Stiamo parlando di Luxi 33 (che in campidanese significa luce), uno yacht superlusso interamente in legno e lungo 10 metri ma al 100% eco-compatibile. I pannelli solari posti sulla copertura superiore alimentano infatti il propulsore e gli impianti elettrici interni abbattendo radicalmente l’emissione di CO2. Gli arredamenti sono stati realizzati invece dal famoso stilista sardo Antonio Marras che ha saputo calibrare con grande gusto le tendenze all’innovazione con le eredità tradizionali delle antiche imbarcazioni sarde.

 

L’iniziativa è nata dalle menti di tre giovani ragazzi sardi, Andrea Columbu, architetto e ideatore della società Cantieri Savona che si occupa della realizzazione del modello, l’ingegnere navale Giovanni Vacca e il contabile Mauro Baldini, tutti e tre provenienti dall’esperienza nella più importante e prestigiosa azienda nautica, L’Azimut-Benetti di Viareggio. L’idea di mettere assieme le loro competenze e creare un nuovo brand è nato nel 2010 quando i tre hanno raccolto i propri risparmi e creato un fondo per avviare questa ambiziosa avventura. Grazie anche all’avvio di una start up che ha permesso importanti linee di finanziamento Luxi33 e la linea di yacht ecologici (presto vedremo infatti anche Cs90 e il Cs150, yacht ecologici di 27 e 47 metri)  è diventata una realtà che non può non rappresentare una fantastica opportunità per la nautica italiana.

17 giugno 2014