Dopo aver vinto l’edizione 2010 Andrea Mura ci riproverà. Stiamo parlando della Routhe du Rhum, l’epica regata transatlantica in solitaria di 3.543 miglia da Saint Malò (Bretagna) a Point Pitrè (Guadalupa). Il velista sardo, primo italiano a riuscire nell’impresa, è pronto a solcare l’Oceano con la sua “Vento di Sardegna“,  Open 50 di Felci Yacht Design, sostenuta dalla Regione Sardegna in collaborazione con sponsor privati tra cui Argiolas Formaggi. Per l’occasione la barca si presenterà in una veste leggermente diversa. Innanzitutto, come annunciato dallo stesso Mura in conferenza stampa, il peso sarà ridotto di 250 kg.

Inoltre saranno presenti delle innovazioni sul piano della struttura come la sostituzione di candelieri e pulpiti d’acciaio con dei modelli analoghi in titanio. Le nuove vele e l’introduzione di cavi più leggeri invece permetteranno un salto di qualità sul piano dell’aereodinamica. Ad Agosto 2014 Vento di Sardegna lascerà il porto di Cagliari per avvicinarsi gradualmente alla partenza in programma a Novembre 2014. Mura però è già carico : “Voglio e devo arrivare alla regata nel pieno delle energie e della “cattiveria” agonistica. Non ho previsto altri impegni sportivi nel 2014: l’astinenza da regate mi caricherà ancora di più…. tra l’altro mi alleno da solo, non ho coach che mi seguono. Lavoro sulla mia barca anche fuori dall’acqua per far nascere nuovamente quel desiderio forte di provarla e lanciarla al massimo della velocità”.

30 gennaio 2014